Skip to content

Luca Ramacciotti – Sogetsu Concentus Study Group

www.sogetsu.it

Questo tema che si studia al IV livello della Scuola Sogetsu credo sia uno dei più ostici e spesso travisati. Dobbiamo non visualizzare il materiale che abbiamo innanzi come del cibo (e per noi occidentali toglierci dalla mente le composizioni di “nature morte” o di Arcimboldo andando quindi per sottrazione nel fare il nostro lavoro) ed utilizzarli come se fossero rami e fiori realizzando un ikebana con essi. Con la differenza che i rami e i fogli si possono molto lavorare per dargli la forma voluta. Non vanno pensate, queste composizioni, come un morimono, ma come per questo, la frutta deve apparire intatta come se fosse da poco uscita dalla busta del supermercato. Quindi se noi andiamo a “lavorare” la frutta/verdura o a unirla con degli stuzzicadenti (attenzione però se il frutto poi sgocciola) queste cose visivamente NON si devono vedere. Niente frutta/verdura a fette o fettine o trasformata in una decorazione da aperitivo.

Possiamo sia utilizzare vasi sia non dipende dal lavoro che abbiamo in mente andando anche ad aggiungere rami o fiori a patto che non siano preponderanti su frutta/verdura che è il nostro tema principale.

Sinceramente è uno stile che mi ha sempre presentato complessità e problemi perché non è semplice da eseguire a meno di non curarci delle regole, ma allora che senso ha studiare una scuola? Ho infatti molto ammirato ed apprezzato la composizione di questo tema che la Master Instructor Misei Ishikawa ha creato durante la recente dimostrazione online da lei tenuta. Dovremmo sempre ricordarci il loro esempio quando ci accingiamo a realizzare un tema della scuola per cercare di non travisarlo.

Di recente su Facebook ho letto il seguente post che se da una parte mi ha fatto sorridere (per il testo) dall’altra ho ammirato la realizzazione.

Da qui l’idea di chiedere alle mie allieve che avevano già affrontato il tema a lezione e alle maestre del nostro gruppo di ideare degli ikebana utilizzando solo la frutta e verdura che avevano in quel momento a casa. Un compito che andava ad aggravare il già difficile tema (non che la precedente volta con questo tema ispirato alle opere del Maestro Giuseppe Carta avessi loro semplificato la vita…). Ringrazio coloro che hanno risposto alla chiamata e anche quelle che non hanno potuto per tutte le problematiche legate al momento. E’ sempre bello fare le cose in gruppo e prometto che per un po’ di tempo non le tedierò più con questa tipologia di ikebana 🙂

Silvia Barucci
Lucio Farinelli – Vaso di Sebastiano Allegrini
Composizione e vaso di Patrizia Ferrari
Chiara Giani – Vaso di Sebastiano Allegrini smaltato da Luca Ramacciotti
Composizione e vaso di Ilaria Mibelli
Luca Ramacciotti – Contenitore realizzato con i Lego
Daniela Bongiorno
Deborah Gianola – Vaso di Sebastiano Allegrini
Composizione e vaso di Silvia Pescetelli
Rumiana Uzunova – Vaso di Pots

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: