Skip to content

Luca Ramacciotti – Sogetsu Concentus Study Group

www.sogetsu.it

Quando ero studente di ikebana…..

Ricomincio scusate perché studente lo sono ancora e lo sarò sempre, diciamo che con il livello di maestro ho un nuovo approccio (ed esperienza) allo studio di questa arte.

Comunque dicevamo… nel mio libro di testo del 4 anno c’era l’invito ad ideare un ikebana andando ad utilizzare come contenitore un oggetto di uso comune (barattolo di latta, bottigilie etc).

Ricordo che io usai un cartone del latte interamente coperto di rafia blu e il   maestro Farinelli un contenitore di cibo da asporto cinese ricoperto da una cartina geografica.

Memori di questo come lezione a sorpresa alle allieve del terzo anno facciamo fare una cosa simile.

“State andando ad una vostra mostra/dimostrazione di ikebana e vi si rompe il vaso. Vicino avete una cartoleria e dovete rimediare qualcosa che vi serva da contenitore.”

Ovviamente a lezione prepariamo già gli oggetti che possono essere utili, cosa impensabile da farsi online.

Oggi avevamo online la lezione finale di Deborah Gianola la nostra allieva che vive in Svizzera e che, per ovvi motivi, non è potuta venire a Roma.

Deborah sta compiendo un ottimo percorso di studio e sono felice di constatare che nonostante il II posto ottenuto lo scorso anno all’草月みんなのいけばな展 Everyone’s Sogetsu Ikebana Exhibition non si sia montata la testa.

Mentre scrivo, l’edizione attuale del concorso è in pieno svolgimento, chissà chi vincerà questa volta. Noi siamo fieri che su 8 edizioni abbiamo vinto cinque premi (di cui due primi premi) con la soddisfazione personale che su 5 foto premiate 4 erano scattate dal sottoscritto che non è un talentuoso fotografo, ma cerca di imparare dagli amici fotografi (Lorenzo Palombini e Giuseppe Cesareo) a scattare decenti foto. Buona sorte a tutti i partecipanti!

Torniamo alla lezione di oggi.

A Deborah (eravamo in collegamento via Zoom il sottoscritto, il Farinelli e appunto l’allieva) chiediamo di scegliere i fiori ed un vaso che voleva. Le diamo ampia libertà di scelta.

Quando ci presenta il materiale, il vaso blu ed i fiori scelti, le diciamo la nostra proposta di lezione.

La differenza è che se a Roma siamo pronti a sostituire il vaso “rotto” con oggetti che possano contenere l’acqua e cartoncino bristol per “ricostruire” un vaso Deborah non aveva nulla né, naturalmente, la possibilità di uscire per andare a comperare qualcosa.

Ha trovato in casa della carta regalo e ha utilizzato come contenitore la ciotola per il taglio in acqua.

Questo il risultato.

d3

 

(Ikebana, foto e vaso di Deborah Gianola)

Direi che per essere stata presa in contropiede ha dimostrato duttilità e creatività.

Poi, dato che non siamo cattivi come ci dipingono, le abbiamo fatto fare anche l’ikebana che aveva ideato prima che le si “rompesse” il vaso.

d4

 

(Ikebana e foto di Deborah Gianola)

Concentus Study Group

 

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: