Skip to content

Luca Ramacciotti – Sogetsu Concentus Study Group

www.sogetsu.it

Lo scorso ottobre quando prendemmo lezione privata dalla maestra Kosa Nishiyama presso il Sogetsu Headquarter la seconda lezione verteva sui Simple Arrangement, una composizione in apparenza semplice.

Sgombriamo subito il campo da un possibile fraintendimento.

Simple arrangement non è mettere alcuni materiali (spesso ricadenti perché senza alcuna tacnica) sul bordo di un vaso di piccole dimensioni oppure usare un vaso dal bordo stretto e inzepparlo di  materiali magari piegati in diverse fogge per distrarre l’occhio. Insomma non è quello che potete vedere nella copertina di questo blog.

E’ creare una composizione che sia palesemente un ikebana, ma senza particolari costrutti visivi diciamo “importanti”.

Si tratta quasi sempre di due, massimo tre, materiali abbinati tra di loro.

Screenshot_2020-06-07 いけばな草月流 Sogetsu Ikebana ( ikebana sogetsu) • Foto e video di Instagram

Questo il bellissimo esempio realizzato dalla Iemoto Akane Teshihìgahara durante la dimostrazione live che ha tenuto ieri dalla piattaforma Instagram della scuola.

Anche se mi sono dovuto alzare alle 3 del mattino per seguire la diretta (non mi sarei accontentato di vedere poi la differita sulla pagina Facebook della scuola) è stato un momento altamente emozionante ed istruttivo. Queste quattro dimostrazioni online (3 Master instructor e la Iemoto) sono state molto importanti per tutti per comprendere quali siano le linee guida da seguire della scuola.

Stamani con il maestro Farinelli ci siamo esercitati su questo tema grazie anche a tutti i fiori che ci aveva lasciatola maestra  Anna Justo dopo essere venuta venerdì per il progetto sui profumi.

Prima di tutto abbiamo ovviamente messo acqua nel vaso. Mi chiedo sempre, vedendo alcune foto, come si possano fare ikebana (soprattutto nei vasi di vetro) e lasciare i fiori senza acqua o posizionati proprio fuori dal contenitore.

Io avevo scelto un vaso che avevo acquistato presso il negozio della scuola Ikenobo durante il mio primo viaggio in Giappone e il maestro Farinelli uno realizzato dal sottoscritto.

Il problema con i Simple arrangement è di dare la grazia classica di un ikebana, ma utilizzando pochi elementi che, posizionandoli. diano un’idea di “completezza”. In caso diverso o avremo dei rami in un vaso (magari appoggiati graziosamente sul bordo come se fossero caduti) o qualcosa che è più un segno grafico che un vero e proprio ikebana.

Abbiamo studiato sulle forme, sugli abbinamenti, scelto anche il colore per lo sfondo della fotografia. Volevamo che tutto fosse completo.

Il bello, e il difficile, nella scuola Sogetsu è che ognuno di noi deve seguire le regole della scuola, ma, nello stesso tempo, sviluppare il proprio stile. E’ illogico, con tutte le possibilità a disposizione, diventare tutti dei cloni. Mi dispiacerebbe molto se gli ikebana, e anche lo stile fotografico, mio o del maestro Lucio Farinelli fosse il medesimo delle nostre allieve/maestre. Avrei banalizzato la scuola e non creato opere d’arte, ma riproduzioni di Ikea,

Ed ecco il risultato del nosto studio mattutino.

_MG_9398

(Simple Arrangement di Lucio Farinelli – foto e vaso di Luca Ramacciotti)

_MG_9391aa

(Simple arrangement e foto di Luca Ramacciotti)

Concentus Study Group

 

 

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: