Skip to content

Luca Ramacciotti – Sogetsu Concentus Study Group

www.sogetsu.it

“You are free to use these images for any other purpose after publication (website, brochure, portfolio, exposition, etc.) without requesting our approval”.

Questa la frase del regolamento del libro in questione che è l’ultimo che vedrà la nostra partecipazione per i seguenti motivi:

  • moltissime foto sono vecchie addirittura del 2014 (quindi cosa si scrive a fare un regolamento se poi si permette a chi ci pare di pubblicare qualsiasi cosa?)
  • la maggior parte degli ikebana sono un ramo in un vaso (e scusatemi tra un simpliefied e questo c’è una bella differenza)
  • un nutrito gruppo pare realizzato dalla stessa mano (forse dovuto al fatto che sono tutte eseguite a lezione dalla solita maestra e poi fotografate da un unico fotografo)
  • tutti sono citati solo con il paese di provenienza tranne una persona che oltre alla nazione è nominato con il gruppo a cui appartiene (spiegatemi il motivo se non per fare pubblicità)

C’è da chiedersi se, dato che ad esporre sono tutti  maestri, come mai non siano riusciti a fare ikebana nuovi (una addirittura ha riciclato quello che mandò anni fa come augurio di Natale) dato che conosco anche maestri che non soddisfatti delle proprie foto (e ce ne sono nel libro di sgranate e grigie o leggermente fuori fuoco) non hanno mandato nulla alla redazione.

IO PERSONALMENTE sono fiero dell’unica mia foto pubblicata perché

  • Non ho santi in Paradiso
  • Il giorno che feci le 3 foto richieste ero andato a letto alle 3 del mattino (a differenza di molte persone presenti nel libro io devo lavorare) per una notte luci, alle 9,00 ero in piedi con Ilaria Mibelli, Silvia Barucci e il fotografo e alle 5.00 p.m. ero di nuovo al lavoro. Idem il Maestro Lucio Farinelli che ha dovuto svolgere il tutto durante le pause lavoro. Quando scrissi alla casa editrice facendo presente i miei tempi stretti non mi risposero di mandare foto vecchie, ma che di sicuro avrei trovato il tempo per fare tutto il lavoro.
  • Essendo Maestro e dato che era un libro in cui sarebbero stati presenti gli Iemoto delle scuole ho ritenuto giusto rispettare il regolamento mandato da chi per primo poi non ne ha tenuto conto.
  • Non ho fatto un ikebana a lezione e non ho proposto varianti dello stesso tema come ho visto pubblicati.

Posso capire se gli Iemoto, con la mole di attività che hanno, mandano delle foto di ikebana non nuovi, loro sono ospiti, ma a noi era stata chiesta un’altra cosa.

Peccato così non si promuove un’arte, la si mortifica.

Un’occasione persa per fare una grande festa.

Concentus Study Group

 

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: