Skip to content

Luca Ramacciotti – Sogetsu Concentus Study Group

www.sogetsu.it

“Ikebana can be seen in terms line, color, or mass. These three elements measure in various way and express infinite possibilities. One of the reasons I like the camelia is that it contains a wonderful balance of these three elements.” (Sofu Teshigahara – Kadensho)

La camelia (per elementi storici e artistici vi rimando a questo articolo di Mauro Graf) è un fiore che ha un suo ben preciso carattere tanto che spesso viene utilizzata come monomateriale nella scuola Sogetsu.

Riprendendo la frase del fondatore possiamo dire che abbiamo:

i rami come linea (questo perché anche se spogli da foglie hanno una loro interessante forma sia dritta sia in sinuosità e soprattutto non paiono scarni).

i fiori come colore (un colore forte, ma mai sfacciato o invasivo, si spalma nelle pieghe dei petali dandogli compattezza. E’ come il colore nei quadri di Van Gogh: forte, pastoso, ma ti ci perderesti dentro).

foglie come massa (sono compatte – nella massa non deve passare luce o aria-, ma hanno movimento non sono pesanti e la loro forma è perfetta per creare una massa in movimento.

Proprio perchè dotata di tre importanti caratteristiche la camelia non è un materiale facile da utilizzare.

Inoltre dobbiamo considerare la pesantezza dei fiori aperti rispetto al ramo e quindi bilanciare bene il nostro lavoro.

Molti anni fa partecipai alla manifestazione “Le camelie della lucchesia” e devo dire che lì ebbi a disposizione una quantità immensa di rami a cui attingere e fu un’esperienza molto interessante anche perché parlando coi vari produttori mi spiegarono le caratteristiche e le differenze fra le varie tipologie. E poi quel prfumo tanto delicato quanto persistente.

Inoltre la camelia si ricollega al mio lavoro e ad un’opera in particolare…..

In questo periodo di quarantena forzata con il mio gruppo abbiamo cercato di arrangiarsi e realizzare ikebana con quello che avevamo a portata di mano dai giardini ai propri terrazzi.

Lucio Farinelli ha approfittato di una piccola pianticella che aveva a disposizione e che era da poco fiorita per creare una piccola composizione (quasi un chabana)

546_03

(Ikebana di Lucio Farinelli)

mentre io ho avuto decisamente più fortuna perché, con la riapertura del Mercato dei Fiori di Roma, ho approfittato di un servizio delivery e grazie ad Edoardo Middei ho avuto la possibilità di avere un bel mazzo di rami di questa pianta.

_MG_8957a

(Ikebana, vaso e foto di Luca Ramacciotti)

Per prima cosa sono andato a trattare i rami come descritto nel libro della maestra Banti: ho messo i rami di camelia a riposare per un’ora in un litro di acqua con mezzo cucchiaio di sale da cucina, infine ho cosparso gli stami del fiore con il sale umido.

Avevo deciso di utilizzare un vaso che avevo realizzato a lezione da Pots. Un vaso che per quel materiale non era semplice da usare in quanto non ha né la possibilità di inserire dei kenzan né dei soegi-dome né un jumonji-dome e i rami non erano abbastanza spessi per fare un jika-dome dato che li volevo posizionare verticali (è facile mettere un ramo sdraiato che sta in bilico sull’imboccatura del vaso, ma al 90% è sconnesso dal resto dell’ikebana e invece di trasmettere forza alla nostra composizione darà un senso di precarietà) per cui mi sono inventato un sistema che mi ha permesso di realizzare ciò che avevo in mente.

Dopo mesi che non potevo toccare un fiore ero tanto felice quanto emozionato per cui ho osservato come non mai i rami e scelto accuratamente quelli che avrei lavorato.

Su questo sono stato molto più fortunato del maestro Farinelli che ha dovuto esprimersi al meglio con il poco materiale che aveva a disposizione.

Entrambi ci siamo messi con umiltà a disposizione di questa pianta che non è facile da domare, ma che, sinceramente, a me dona molta soddisfazione lavorare.

“Ikebana is not just about flowers, it is also about the person who arrange them.” (Sofu Teshigahara – Kadensho)

Concentus Study Group

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: