Skip to content

Luca Ramacciotti – Sogetsu Concentus Study Group

www.sogetsu.it

Questo hastag lanciato il 3 marzo dalla scuola Ikenobo, a seguito della cancellazione di una sua manifestazione, invitava a:

“If you are planning to display your ikebana arrangement, even if the Exhibition has been cancelled or postponed, why don’t you share with us the photos of ikebana you arranged at home in social networking service (SNS) such as Instagram?

Please add the hashtag “ikebanaforpraying” (ikebana for praying) when you post your photos.”

Il post è stato condiviso dalla scuola Sogetsu e da quel giorno in molti abbiamo pubblicato ikebana con quell’hastag.

E mentre il nostro virus benefico ha continuato a propagarsi per tutto il mondo (dal Canada al Giappone passando per tutta l’Europa) tanto da ricontagiare sia il sottoscritto sia il maestro Lucio Farinelli che lo avevamo ideato (il primo post nostro è del 9 febbraio) purtroppo un virus più letale si sta propagandando ovunque.

Attività sospese e tutti bloccati in casa con la richiesta da parte dello Stato di uscire il meno possibile.

Come si sa l’infezione in Italia si è propagata proprio dalle regioni del Nord perché non sono state rispettate le richieste di quarantena per cui supplico i colleghi sparsi per tutta l’Europa di non sottovalutare queste misure di sicurezza sanitaria. State a casa.

Ovviamente si sono fermate tutte le attività compresi i corsi di ikebana e, come scritto nel post precedente, chiusi il Mercato dei Fiori di Roma e, ovviamente, i fioristi.

Però, essendo un’anima che non ama l’inattività, ho chiesto alle mie allieve se volevano fare un ikebana con ciò che avevano a portata di mano (dal balcone al giardino) per fare lezione online.

Che vuol dire lezione online?

La prima opzione ovviamente è via cam, la seconda fu inventata da me anni fa quando iniziai i corsi di ikebana. L’allievo fa l’ikebana a casa, mi manda la foto ed io sulla foto segno le correzioni da fare. Iniziativa che, senza riconoscerne la fonte di ideazione, è stata utilizzata anche da altri maestri proprio spacciandola per propria.

Purtroppo, data anche la stagione (pochi fiori a disposizione, nonostante il sole la primavera sta ancora per arrivare) e chi non ha un giardino (o una pineta/bosco) a disposizione, o materiale avanzato da altre lezioni o nemmeno piante utilizzabili sul balcone non tutte le allieve hanno potuto aderire. Però con piacere ho  visto alcune di loro industriarsi per fare un ikebana con quello che avevano a portata di mano. Personalmente ho finalmente inaugurato il bellissimo cestino preso a Kamakura (in un negozio tenuto da un’anziana signora gentilissima, tutto a tatami e pieno di cestini artigianali tanto stupendi quanto di una leggerezza impressionante) ed utilizzato del gelsomino arborizzato nel giardino condominiale. Non era in buono stato, ma era l’unica cosa fiorita. Altri hanno usato quello che avevano in casa o sacrificato le piante del terrazzo. Che dire. GRAZIE di cuore per essere sempre presenti.

E’ stato bello ricevere le foto o vedere le allieve via cam in modo da rimanere #distantimauniti per cui mi è venuta in mente un’altra iniziativa che ho sparso per il web:

“We bring beauty into the world to fight an unlucky moment.
Post an ikebana you made with what you have at home or in the garden, post it and name a person.”

Riempiamo di bellezza il web. Le notizie brutte sono pure troppe. Personalmente evito di postare molte notizie negative (anche perché assisto a divulgazione compulsiva di qualsiasi notizia anche senza verificare le veridicità delle fonti) per cui perché non riempiamo i social di fiori?

Ringrazio ancora le mie allieve (anche per tutti i messaggi che stanno intasando il nostro gruppo whatsapp) per la loro presenza costante ed ecco i lavori fatti in questi giorni.

_MG_8924a

(Ikebana e foto di Luca Ramacciotti)

_MG_8928a

(Ikebana di Lucio Farinelli – foto di Luca Ramacciotti – vaso di Sebastiano Allegrini)

84230288_10221621596799889_8250044087218995200_n

(Ikebana e foto di Silvia Barucci)

IMG-20200314-WA0022

(Ikebana e foto di Patrizia Ferrari)

20200316_115823

(Ikebana e foto di Ilaria Mibelli – vaso di Maria A. Listur smaltato da Luca Ramacciotti)

IMG_3000

(Ikebana e foto di Daniela Bongiorno)

 

IMG-20200317-WA0038

(Ikebana, foto e vaso di Silvia Pescetelli)

89833877_209617156786829_3500610259926384640_n

(Morimono di Rumiana Uzunova)

IMG-20200314-WA0040a

(Ikebana e foto di Jei Guevara – vasi di Pots Rome)

89889792_641708026617022_7286901845799206912_n

(Ikebana e foto di Marialuisa Pederzoli – vaso di Patrizia Ferrari)

IMG_6295a

(Ikebana e foto di Neicla Campi – suiban di Tore Coi)

Concentus Study Group

 

 

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: