Skip to content

Luca Ramacciotti – Sogetsu Concentus Study Group

www.sogetsu.it

60681392_2214482595265342_4101477030745341952_n.jpg

Solitamente quando un Maestro tiene un workshop prima esegue una dimostrazione o pubblica o per gli iscritti al workshop. Quando nel 2012 Lina Ranson Alicino sensei invitò la Master Instructor Koka Fukushima a tenere un workshop in Roma, la sera prima dell’nizio la M.I. tenne una pubblica dimostrazione presso l’Istituto Giapponese di Cultura in Roma.

Memori di ciò quando abbiamo invitato l’insegnante Mika Otani a tenere un workshop in Italia (per l’esattezza l’unico che terrà in Europa quest’anno), consapevoli che tale importante insegnante era la prima volta che veniva nel nostro paese, con il maestro Lucio Farinelli, abbiamo pensato che sarebbe stato poco onorevole farle fare solo una dimostrazione nella sala dove si sarebbe svolto il workshop visto il suo alto grado di insegnante e la strepitosa carriera che sta facendo.

Probabilmente è carattere (anzi sono caratteri perché nel peso decisionale delle attività Lucio Farinelli conta quanto me se non di più – pare dovuto al fatto che è del segno zodiacale dei Gemelli ^_^) per cui cerco sempre la miglior soluzione a tutto, ma è anche un po’ di imprinting dovuto a Ranson Alicino sensei.

Se la sala in cui noi abbiamo tenuto le prime lezioni non la rimpiango affatto per come l’Associazione Versoriente mi abbia dato la mia prima possibilità in qualità da maestro e soprattutto insegnato a tenere e realizzare dei corsi che fossero (o tendessero al) professionali e non casalinghi è pure vero che la mancanza di finestre e lo spazio risicato un poco mi faceva soffrire.

In mente avevamo il primo atelier fondato in Italia di ikebana Sogetsu che Ranson Alicino sensei aveva creato a Roma e che noi non avevamo mai (ahimè) visto, ma di cui conoscevamo luminosità ed ampiezza. Un atelier dove i suoi allievi facevano anche ceramica e ho detto tutto.

Ovviamente ogni spazio è adatto a fare ikebana (il motto della scuola è che ovunque si può fare ikebana) e se è vero che Mark Zuckerberg & friends hanno ideato Facebook in un garage è altrettanto vero che lo hanno abbandonato subito per uffici più consoni, come molte altre società simili. Conosco molti insegnanti che la pensano come me avendo ristrutturato al massimo il loro atelier per renderlo meno casa e più spazio atto all’insegnamento.

Credo sia un desiderio naturale. Desiderio che ci ha spinto noi prima a noleggiare una sala congressi privata (al PickCenter) per poi approdare alla sala che ormai ci vede da anni ospiti con lezioni e workshop. E credo che, al momento, meglio dell’Hotel dei Congressi (per eleganza e servizi) non si possa desiderare.

Quando ho tenuto per 5 anni il corso in Toscana avrei potuto benissimo svolgere tutto nella sala condominiale di casa mia a Lido di Camaiore che è abbastanza spaziosa invece di rimetetrci di tasca mia soldi per benzina e autostrada, ma la sala (anzi le sale!) di Asd Oriente a Livorno per luce, bellezza e ampiezza non si potevano battere. Tra fare un corso in una sala anonima, scaldata da una stufetta, e una bella sala non ci pensai nemmeno due volte.

Non sono un tipo che si sa accontentare (sennò starei ancora a fare spettacoli in parrocchia) o che si giustifica o si autocompaice, ma anzi sono ipercritico per spronarmi a dare sempre di più. Sarà che in vita mia non sono mai stato mantenuto e ho iniziato a fare lavori a 14 anni, ma per me l’impegno in ogni cosa è fondamentale. Anche quando l’estate facevo il cameriere per pagarmi gli studi lavorai sodo fino a diventare capocameriere e sommelier. Non mi raccontavo favole che era bello lo stato in cui mi trovavo, ma lottavo per migliorarlo.

Ma sto divagando.

Torniamo al nostro punto.

La fortuna di collaborare da alcuni anni con Enti quali l’Ambasciata del Giappone in Italia e l’Istituto Giapponese di Cultura ha fatto sì che sposassero con entusiasmo la nostra richiesta patrocinando ed ospitando la dimostrazione pubblica che Mika Otani terrà per tutti coloro che vorranno intervenire essendo aperta a tutti e gratuita.

Questo post è per ringraziarli dell’ospitalità perché luogo migliore e prestigioso davvero non potevamo averlo per questo evento e, sono sicuro, che sarà una serata memorabile sia per chi ama l’ikebana sia per chi è interessato al Giappone sia per i semplici curiosi.

Segnatevi la data sarebbe un peccato perderla.

Concentus Study Group

 

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: