Skip to content

Luca Ramacciotti – Sogetsu Concentus Study Group

www.sogetsu.it

Per la scuola Sogetsu è molto importante che un allievo sappia realizzare i propri vasi di ikebana. Per tale motivo il nostro gruppo si è distinto fin da subito nell’affiancare allo studio dell’ikebana quello della ceramica.

Non potendo tutti seguire questa disciplina abbiamo realizzato dei workshop con il maestro Sebastiano Allegrini sia di ceramica con l’uso di tecniche come il colombino (che abbiamo affrontato in due sessioni), la lastra o con cotture come il raku e ringrazio le allieve che hanno sempre partecipato a tutte queste iniziative.

E’ importante avere consapevolezza di ciò che può essere utile per fare un ikebana e ciò che invece non è adatto anche se la nostra creatività ci porterà ad esplorare varie vie ed affrontare le sfide che il cammino ci propone.

Personalmente sono lieto di poter crescere nello studio della ceramica perché questo mi completa nella mia formazione di maestro di ikebana. L’importante, come in ogni campo, è trovare il giusto maestro e non cercare scorciatoie o affrontare la disciplina con presunzione.

Ma se vicini non abbiamo laboratori di ceramica? Se nelle nostre intenzioni c’è di fare un vaso particolare e ci vien fuori un comignolo storto?

Nel mio corso di studio c’era una lezione che si intitolava “Free Style arrangement using student’s hand-made containers” dove appunto si invogliava uno studente a trasformare oggetti di uso comune in possibili contenitori.

Nemmeno sotto tortura vi rivelerò cosa io, e il maestro Farinelli, facemmo per quella lezione e spero non ci siano tracce fotografiche  🙂

Però è un esercizio utile che negli anni abbiamo sempre fatto fare alle allieve andando anche a dover “abbellire” contenitori di fortuna.

Quest’anno il maestro Farinelli ha ideato che per questa lezione il contenitore venisse fatto con il… Lego. Quindi alla difficoltà di ideare un contenitore anche quella di trasformare mattoncini squadrati in qualcosa di creativo, funzionale ed estetico.

504_01

Come per ogni volta che alle allieve proponiamo un nuovo tema lo sperimentiamo prima personalmente e questo era lo studio preparatorio fatto dal maestro Farinelli con i materiali avanzati dalla lezione con le allieve.

Domenica scorsa durante un workshop con le nostre due maestre toscane abbiamo proposto loro il tema e lo stesso Farinelli ne ha eseguita una sua versione.

Devo dire che è stato impegnativo e stimolante come esercizio e il risultato interessante anche perché io avevo proposto di utilizzare un fiore (le mie amate gloriose) che faceva un forte contrasto con i mattonicini della Lego per forma, stelo, colore e d apparente delicatezza.

Ed ecco i risultati.

59

(Ikebana e contenitore di Lucio Farinelli)

55

(Ikebana e contenitore di Silvia Barucci)

57

(Ikebana e contenitore di Ilaria Mibelli)

Dopo il bellisismo workshop da noi realizzato lo scorso anno con Anne-Riet Vugts sensei abbiamo trovato una nuova via per esplorare questo tema non volendo ripeterci ed utilizzare dei tubi per fare il nostro contenitore.

Come sempre grazie alle allieve che accettano queste sfide lungo la via dei fiori ed applicano al massimo le loro esperienza di tecnica, regole ed arte.

Concentus Study Group

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: