Skip to content

Luca Ramacciotti – Sogetsu Concentus Study Group

www.sogetsu.it

 

(da sinistra in alto Luca Ramacciotti, Lucio Farinelli, Silvia Barucci, Ilaria Mibelli, Chiara  Gianie Patrizia Ferrari)

Ed è iniziato il conto alla rovescia per la mostra di ikebana che sta per aprire i battenti ad Ivrea. Una mostra di cui sento molta “responsabilità” addosso perché andiamo a rappresentare la nostra amata scuola e siamo con grandi ikebanisti maestri di altre prestigiose scuole di ikebana.

Nel decidere quali ikebana realizzare abbiamo, ovviamente, tenuto conto dei posti assegnati (l’organizzazione è stata eccellente e ringrazio di cuore la signora Marta Lanfranco per come ci ha seguito), ma anche di offrire un ventaglio di temi della nostra scuola.

Recentemente ero a colloquio con il dott. Masuo Nishibayashi (Direttore del Japan Cultural Institute a Roma) e si parlava delle caratteristiche della scuola Sogetsu e come, erroneamente, sia abbinata spesso al vaso particolare o alla composizione strana.

Se è vero che la scuola Sogetsu offre un’infinità di opportunità non dobbiamo mai scordare che abbiamo da tener presente regole base come pieno/vuoto, asimmetria, equilibrio, armonia. Non è necessario fare la cosa strana, i fuochi di artificio per forza.  A volte è solo perché non sappiamo ben realizzare una tecnica, abbinare i materiali per cui gettiamo brillantini negli occhi dello spettatore aggiungendo cose che sviano lo sguardo. Se è stile libero ed è strano vuol dire che va bene così si potrebbe pensare. Invece no. I temi della scuola son lì proprio perché si possano interpretare con libertà espressiva, fantasia, ma senza piegarli ai nostri voleri. La natura  (fresca, secca, colorata) è pur sempre la nostra protagonista principale.

Così, come forse non mai, ho rotto le scatole alle allieve, instradato i loro pensieri, idee affinché tutto fosse ben congeniato. So di essere un insegnante molto severo e intransigente, ma per me insegnare ikebana in nome di una scuola è responsabilità allo stato puro. Non parlo a nome mio. Ciò che dico, insegno, è sotto il marchio della scuola Sogetsu e non posso prenderlo sottogamba. Gli ikebana non sono di Luca Ramacciotti, ma di Luca Ramacciotti insegnante della scuola Sogetsu. Su questo devo dire che il Maestro Farinelli si è sempre sentito in sintonia con me (alcuni sostengono che lui sia più cattivo di me nelle correzioni ^_^).

Ho chiesto alle persone che parteciperanno alla mostra di fare ikebana che sentono loro, anche particolari, ma non forzatamente particolari, di seguire i temi della scuola. Non dobbiamo dimostrare nulla a nessuno se non che amiamo questa arte e la scuola che rappresentiamo ricordandoci i 50 Principi che la caratterizzano.

Concentus Study Group

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: