Skip to content

Luca Ramacciotti – Sogetsu Concentus Study Group

www.sogetsu.it

Lo scorso ottobre, la mia insegnante, sensei Lina Alicino – in arte Ran son – venne a trovarci, su nostro invito, durante il workshop internazionale tenuto da Ilse Beunen e Anne -Riet Vughts.

Scan2

(Foto realizzata dal sig. Michele Alicino fatta durante l’inizio del nostro percorso di studio con la Lina Alicino Sensei)

In quell’occasione portò a far vedere ai partecipanti alcuni libri in suo possesso e le mie allieve, oltre ad ammirarli, espressero il desiderio di conoscere meglio la storia dell’Ikebana Sogetsu in Italia.
Da qui è nata l’idea di fare alcuni articoli su come sia arrivata questa scuola nel nostro Paese e ringrazio la signora Alicino per aver accettato di farmi trascrivere qui storia, aneddoti e ricordi.

Iniziamo il viaggio.

L’Ikebana Sogetsu in Italia in realtà è arrivata indirettamente grazie al marito della signora Alicino, il signor Michele Alicino.  Spiego meglio questa mia affermazione.

Il sig. Alicino nel 1962 fu mandato dall’Alitalia in Giappone in qualità di “Interior Decoration Superintended” con l’incarico di aprire, presso il Palace Hotel, una prima sede per l’avvio dei voli di linea Italia-Giappone e vv. della nostra “Compagnia di Bandiera”..

In tale occasione conobbe il fondatore della Sogetsu School, Sofu Teshigahara, primo Iemoto, che gli consegnò un suo libro di Ikebana con dedica datata 8 maggio 1962 e di alcune pubblicazioni delle sue exhibitions, quale dono da portare in Italia alla sig.ra Alicino.

(Foto realizzate dal sig. Michele Alicino relative al libro avuto in dono da Sofu Teshigahara e l’ikebana che più di tutti emozionò la signora Lina Alicino)

La  sede Sogetsu visitata dal sig. Alicino era un edifico di tre piani, successivamente sostituito dal  grattacielo progettato dall’architetto Kenzo Tange famoso in tutto il mondo.

Nel 1966 fu allestita, sotto la direzione del sig. Alicino, nell’ambito del grande progetto di espansione della rete Alitalia nel mondo, la prestigiosa sede definitiva presso il Kasumigaseki Building nel pieno centro di Tokyo. Non si trattò di una semplice sede di una rappresentanza commerciale ma  anche di  un importante veicolo dell’arte italiana già a quel tempo molto apprezzata dai Giapponesi, tant’è che fu inaugurata alla presenza dei principi figli dell’Imperatore.

IMG_2155

(Foto realizzata dal sig. Michele Alicino del momento inaugurale della sede Alitalia)

In tale sede, per la prima volta fu esposta una grande gigantografia tratta dagli archivi Alinari della volta della Cappella Sistina, abbinata all’esposizione di un’opera Ikebana per la quale era stato interpellato il grande Sofu Teshigahara.

Scan1(Foto realizzata dal sig. Michele Alicino)

La signora Alicino, che da sempre  aveva una forte connessione con il mondo dei fiori, rimase talmente affascinata dalle foto delle composizioni del libro donatole da decidere di intraprendere “la via dei fiori” seguendo il metodo della Sogetsu School. Conseguì il primo livello di studi con l’insegnante scandinava Kerstin Bruno che saltuariamente veniva in Italia.

Ben presto avvertì l’esigenza di acquisire maggiore conoscenza ed esperienza dell’arte Sogetsu e a tal fine si recò molte volte in Giappone studiando presso la summenzionata sede principale in Tokyo con i più importanti maestri e dove ebbe l’onore di essere presentata dalla gran master Tanybayashi al terzo Iemoto della scuola Hiroshi Teshigahara.

Ma di questo ed altro ne parleremo prossimamente.

Concentus Study Group

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: