Skip to content

Luca Ramacciotti – Sogetsu Concentus Study Group

www.sogetsu.it

15

Qualcuno una volta mi chiese cosa avrei fatto se fossi vissuto in un posto come la Manciuria dove non ci sono fiori o piante. Gli risposi che forse avrei organizzato la terra…. Ovviamente è una fortuna se uno ha i fiori con cui può lavorare, però non sostengo che se si vive in un luogo dove non ci sono fiori è necessario coltivarne a tutti i costi per produrre ikebana. Va ricordato che il termine ikebana è costituito da due parole; ikeru, che significa organizzare o creare, e Hana, che designa fiori, e che tra i due, ikeru è  il più importante. Ogni volta che vado a realizzare una composizione floreale, la mia prima considerazione è l’impostazione. Il mio obiettivo è sempre quello di organizzare quei materiali che ho in modo tale che si adattino armoniosamente con l’ambiente circostante.

(Sofu Teshigahara)

 

Per natura son sempre stato molto restio nel compiere un passo in avanti e mi son affidato a chi ne sa più di me. Pur studiando continuamente e partecipando a workshop internazionali sono sempre stato timoroso nell’espormi in prima persona non sentendomi mai così preparato come io vorrei. Né mi sono mai improvvisato in nessun campo. Sarà che nel mio lavoro spesso, purtroppo, ci si imbatte in persone che grazie a vari escamotage fanno un lavoro per cui non sono preparati, ma io mi sento sempre al punto di partenza. Da sempre. Quando al MAXXI mi chiesero di ideare un ikebana “adattabile” alla scultura/fontana di Francesco Venezia osservai a lungo l’opera e il luogo prima di dire di sì. E ho passato giorni a disegnare schizzi, gettare giù idee. Eppure con il mio lavoro mastico un po’ di scenografia, con i miei studi universitari ho ben chiaro il concetto di arte dalla pittura, alla scultura alla videoarte. Però, nel caso del MAXXI, mi sarei messo a fare qualcosa che attingeva dalla mia esperienza, ma che nessun insegnante aveva avuto modo di farmi conoscere. Pensavo alle grandi strutture di Sofu e Hiroshi, alle loro sculture, alla loro versione di land – art (segnalo in questo contesto gli interessanti articoli di Lennart Persson), alla frase che apre il post che ho estrapolato dal Kadensho.  Pensavo alle contaminazioni tra l’arte occidentale ed orientale.

11

(Sofu Teshigahara)

11a

(Marchel Ducamp)

08

E’ innegabile, però, che per fare sculture come questa scultura di Sofu o quella che il medesimo realizzò nel 1960 per il Gam di Torino

21558547_10159310213545076_7740564857065282486_n.jpg

si deve aver studiato e praticato tanto. Se non vogliamo fare una catasta di rami e radici dobbiamo esercitarci con scultori, artigiani del legno, giardinieri per sapere bene come muoverci, piegare la materia al nostro volere. Non è che se facciamo una cosa storta, strana per forza sia arte (Alberto Sordi de “Le vacanze intelligenti” docet). Se invece ci improvvisiamo… bè io ammiro queste persone che fanno delle solenni porcherie, le spacciano per arte e magari ne sono (in superficie, in cuor loro sanno la verità, è impossibile il contrario) pure tronfi e soddisfatti. Io, no, non riesco. Faccio il passo quando non solo sono sicuro, ma quando tutti mi danno forza riconoscendo la mia preparazione. Anche perché poi si vedono video in cui comprendi se un maestro usi la giusta tecnica oppure no. Può ingannare il popolino, ma non chi studia e sa. Preferisco non fare che fare male. Questo è sempre stato il mio pensiero in anni di regia e di ikebana. Questo impongo alle mie allieve. Solitamente chi lascia il mio percorso è perché richiedo serietà e disciplina, ma a me i finti pavoni non son mai piaciuti.

Il Corvo s’adornò tutto di penne di Pavone, dapoi parendogli esser bello lasciò andare i suoi, e andò ai Pavoni. Quali come intesero le fraude, tutte le penne gli cavarono, e con molte busse lo cacciarono via.
Sentenza della favola.
Questa favola insegna a quelli, i quali vogliono alzarsi più di quelli, con i quali vivono.
(Esopo)

Concentus Study Group

 

 

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: