Skip to content

Luca Ramacciotti – Sogetsu Concentus Study Group

www.sogetsu.it

Foto di Giuseppe Cesareo

Nel mio lavoro (teatrale) mi è capitato una volta in una tournée uno scenografo… daltonico. In quel teatro lo tenevano perché era tanti anni che lavorava in quel posto, ma aveva problemi con i colori. Il suo assistente gli porgeva i colori che, secondo lui, erano giusti. Capisco che tutti abbiamo da lavorare, ma come si può pensare di fare un lavoro che ha a che fare con dei colori che… non conosciamo?

La stessa cosa avviene in ikebana se non sappiamo il nome del materiale usato sia da noi sia proposto agli allievi. E’ una specie di daltonismo botanico.

E’ impossibile conoscere tutti i materiali? Ovviamente non siamo Linneo o uno dei suoi successori per cui dobbiamo interpellare chi ne sa più di noi. Nel mio specifico o compero le cose presso i rivenditori (e loro sanno come si chiama il materiale che vendono ovviamente) o rompo le scatole a Silvana Mattei (scuola Ohara) o a Paco Donato che conosce anche il singolo filo d’erba dell’Orto Botanico dove lavora.

Se noi vediamo i libri di ikebana (di testo o meno), le riviste, i moduli da compilare per concorsi (seri) come quello della Sogetsu c’è sempre scritto il nome del materiale, o nel caso del concorso, di indicare i materiali usati.

Se troviamo in un bosco del materiale che ci piace e non sappiamo il nome? Si guarda su internet, si chiede a persone del luogo oppure si usano le applicazioni adatte che, come detto prima, per me si chiamano Mattei e Donato 🙂

Mi è successo più volte di ricorrere a loro perché morirei dalla vergogna se una persona mi chiedesse il nome del materiale da me messo in ikebana e non lo sapessi. Sono i nostri “strumenti” e non li conosciamo? Che diciamo passami quel coso lì? Quell’altra cosa?

Sarebbe come lo scenografo che usava i colori senza conoscerli. Assoluta mancanza di professionalità.

Enciclopedie a tema, internet, tutto può essere utile perché se facciamo il cammino dei fiori (qualsiasi sia la motivazione) li dobbiamo conoscere sennò il nostro percorso sarà simile al quadro di Pieter Bruegel il Vecchio denominato La parabola dei ciechi.

The_blind_leading_the_blind._Oil_painting_after_Pieter_Brueg_Wellcome_V0017252.jpg

Concentus Study Group

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: