Skip to content

Luca Ramacciotti – Sogetsu Concentus Study Group

www.sogetsu.it

23sorpresa-516-U105077359460q5B--990x556@LaStampa.it

Questa potrebbe essere la mia espressione quando vedo certi ikebana della mia scuola pubblicati online. Questo perché spesso ci si chiede cosa stia accadendo all’interno del mondo dell’ikebana. Come spesso ho ricordato in questi post le maggiori scuole di ikebana hanno un percorso di studio fatto da vari stili e, una volta diventati Maestri, ci si può dedicareallo stile libero mentre per la Sogetsu si ha due livelli di stile base che permettono di acquisire una spazialità a 360 gradi e un occhio su movimento, pieno, vuoto, asimmetria, equilibrio ed ovviamente armonia a cui attingere quando si faranno temi del III e IV livello che prevedeno lo stile libero e la creatività.

E qui iniziano i problemi. Come dico sempre a lezione essere creativo non vuol dire prendere le regole imparate nei primi due livelli e gettarle alle ortiche perché si fa stile libero, ma vuol dire “applicarle” in maniera consapevole. I rapporti tra il materiale vegetale e il contenitore sono quelli appresi nei primi 2 livelli. L’importanza dello spazio tra gli elementi, il movimento, le inclinazioni, l’abbinamento del materiale etc restano anche quando si mette in campo la propria creatività.

E se non siamo creativi? Tre possibili opzioni mi vengono in mente. Si fa sempre il solito ikebana come forma (anche cambiando materiale la forma è riconoscibile), “lo si fa strano” per buttare sabbia negli occhi oppure (e meglio) attingiamo dagli stili base per sviluppare gli altri temi. Se temiamo di rovinare il nostro materiale vegetale prima possimo fare dei disegni, oppure utilizzare del materiale non vegetale per capire la forma che andremo a realizzare. L’importante è l’onestà intellettuale.

La mia difficoltà nei workshop è di avere un tema, dei materiali, un contenitore e decidere in pochi secondi cosa fare perché gli ikebana che faccio e pubblico sono frutto di un’improvvisa immagine esplosa nella mia mente come accaduto anche ultimamente per il progetto su Matteo Torretta quando tutti i pezzi del puzzle sono andati a collimare. Sono poco creativo? Può essere. Ho poca esperienza? Sicuramente dato che è solo dal 2005 che studio questa arte anche se con il maestro Farinelli e il mio gruppo siamo riusciti a fare dei progetti che nessuno in Italia aveva mai fatto prima. Ma questo solo perché, seguendo i dettami della scuola, cerchiamo di esplorare tutte le possibilità che questa arte offre.

_IMG_2640

Questo ikebana (che pubblico ad insaputa degli autori e me ne scuso) è stato realizzato da Lucio Farinelli assieme a Ilse Beunen durante la lezione che lui ha ricevuto durante lo scorso fine settimana. Se io amo molto lavorare con le foglie, Lucio preferisce i rami, ma entrambi non si sarebbe mai pensato ad una soluzione del genere. Da anni seguiamo il lavoro di Ilse e la sua newsletter (oltre ai libri) e ne ammiro la professionalità, la serietà, l’umiltà e soprattutto la creatività. Vera. perché sottolineo vera? Perché (e si ritorna alla foto di apertura del post) spesso vedo ikebana che si capisce che sono fatti strani per colpire, ma che non seguono nessun dettame della mia scuola o i 50 Principi. Invece Ilse riesce a plasmare il materiale nelle sue mani rispettando ogni singolo precetto della scuola e quando vedi un suo ikebana senti un sorriso comparirti sul volto e nell’anima. Anche durante i suoi workshop Ilse riesce a comunicarti tutto il suo sapere, la sua passione, le sue idee e tu rimani tanto affascinato da non sentire il “peso della correzione”, ma la felicità di averle. Non si sta sulle uova temendo di romperle, ma ci si lancia in un salto mortale sapendo che lei ci insegnerà ad aprire il paracadute al momento giusto. Lucio stesso mi ha detto che ha provato moltissima felicità nel fare ikebana con lei durante questi giorni e (beato lui) ha imparato molte cose nuove. Io posso solo ringraziare di aver incontrato nel mondo dell’ikebana persone davvero grandi che non devono mostrare titoli perché ciò che fanno parla per loro.

Concentus Study Group

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: