Skip to content

Luca Ramacciotti – Sogetsu Concentus Study Group

www.sogetsu.it

_mg_2269(© fotografico di Fabio Uggeri)

Venerdì 18 scorso c’è stata la giornata dedicata all’evento che si svolgeva al MAXXI. L’emozione era molta perché abbiamo avuto accesso ad un museo italiano famoso in tutto il mondo dove hanno esposto i più grandi artisti  contemporanei provenienti dai quattro angoli del globo.

La mia fortuna, come ho sempre scritto in altri post, è di avere una squadra ben compattata, forse ancora di più ultimamente che sono rimaste solo quelle  persone che comprendono come lo studio della via dei fiori richieda impegno ed umiltà. Nel prepararmi alla conferenza da me tenuta ho riflettutto su una frase della nostra Iemoto Akane Teshigahara: ““Ikebana is arranged by putting your heart into it.” L’arrivismo, la mancanza di uno studio serio, non possono far centrare la via dei fiori per quanto ci si possa illudere.

E l’impegno per noi era doppio in questo caso.

Ci era stata offerta l’opportunità di utilizzare la bellissima scultura/fontana di Francesco Venezia che, essendo all’aperto, poteva prevedere solo una tipologia di lavoro ovvero l’ikebana astratto (Zenei-Bana) data la sua lunga permanenza. Esporre un nostro lavoro in una cornice così importante ed andando addirittura ad unirla ad un’altra opera d’arte ci è sembrato un grande onore per cui dovevamo essere all’altezza della scuola che rappresentiamo. Tipologie di questi lavori spesso comportano dei rischi perché si può facilmente uscire fuori dal percorso nel tentativo di fare una cosa troppo particolare od eccentrica oppure utlizzzare e disporre dei materiali messi a casaccio o slegati tra di loro.

Analizzando la scultura e le foto che Lucio Farinelli aveva fatto durante un sopralluogo e trasmesso alle allieve abbiamo deciso come operare. Per l’occasione sono stato aiutato dalle maestre Lucia Coppola, Giulia Piccone Italiano e dalle allieve Silvia Barucci ed Ilaria Mibelli.

Avevo scelto dei rami di Corylus Avellana Contorta ed un grande ramo di Pyrus ricoperto di licheni perché volevo del materiale che per colore ricordasse la fontana ed un altro che rimembrasse il passaggio del tempo con un leggero accenno al concetto di wabi-sabi. Non potendo utilizzare dei fiori freschi (che avrei dovuto cambiare spesso) nè secchi (già c’erao i rami) mi sono indirizzato verso il materiale non convenzionale. Ma cosa abbinarci? La fortuna mi è venuta incontro facendomi trovare sul cammino delle stuoie di plastica perfette.

Il 18 mattina ci siamo messi tutti all’opera (ringrazio Ilaria Mibelli che è letteralmente entrata a piedi nudi nell’acqua) ed ogni maestra ed allieva ha dato il suo contributo non solo pratico arricchendo e migliorando la mia idea. L’impegno era nel realizzare un ikebana legato all’opera di Venezia, ma che si integrasse con l’ambiente circostante.

Il risultato lo vedete in queste foto.

_mg_2154

_mg_2168

_mg_2159

_mg_2165

_mg_2174

_mg_2186(© fotografico di Fabio Uggeri)

La sera, davanti ad un folto ed attento pubblico (purtroppo molti non han potuto accedere perché in meno di un’ora son terminati i biglietti previsti) si è svolta la mia conferenza mentre gli altri facevano dimostrazioni di tipologie di ikebana Sogetsu. Lucio Farinelli (stile base verticale per far comprendere da dove si inizia il percorso Sogetsu e uno stile libero ispirato per forma all’Architettura esterna del MAXXI ad opera di Zaha Hadid), Lucia Coppola (Superficie di linee), Anne Justo (Orizzontalle) e Giulia Piccone Italiano (Più contenitori)  Al termine io stesso ho eseguito un ikebana ispirato ad un lavoro della nostra Iemoto che aveva realizzato durante il workshop tenuto da lei a Gand. Ringrazio Silvia Barucci, Ilaria Mibelli e Nicoletta Barbieri che ci hanno fatto da assistenti e Rosaria Malito Lenti, Chiara Giani e Daniela Bongiorno venute ad apportare tifo di squadra.

Stanchisismi e felici non ci rimaneva altro che ringraziare tutto il personale del museo di una cortesia e professionalità incredibili e ritirarci… per una bella cena di squadra.

Ringrazio tutta la squadra per le ore, le giornate, l’amore dedicato all’ikebana e a me, che sono un maestro fortunato ad avere tutte loro e il maestro Farinelli.

Concentus Study Group

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: