Skip to content

Luca Ramacciotti – Sogetsu Concentus Study Group

www.sogetsu.it

ESSENZA_PORPORA(© di Silvia Barucci)

Spesso in questo blog parlando di ikebana ho scritto anche di profumi. Da quelli percepiti quando si va ad arborizzare, a quelli del mercato dei fiori di Nizza, a quelli del mio amato gelsomino per esempio. Fin da piccolo profumi ed oli essenziali hanno constellato la mia vita e tutto ciò in questi anni l’ho sempre legato all’ikebana. Agli allievi dico sempre di sentire il profumo del fiore, di toccare la foglia o  memorizzare il sentore di un dato ramo. Credo sia importante per chi fa un’arte così particolare dove si deve il massimo rispetto al materiale che stiamo usando. Poi accade a volte che una serie di reazioni a catena scaturiscano da un singolo evento. Nello specifico la lettura del primo romanzo di Cristina Caboni Il sentiero dei profumi (Gelsomino). Nei ringraziamenti la scrittrice citava Marika Vecchiattini e il suo interessante blog a tema. Contattata è stato subito palese che si stesse parlando la stessa lingua ed è stato un piacere (ed istruttivo) incontrarla durante l’ultimo Pitti Fragranze (L’essenza del fiore). Con lei è nata l’idea di fare assieme un workshop dove ogni partecipante andrà a realizzare il suo profumo personale dopo un’introduzione sulla storia e le tipologie di questa affascinante arte. Mentre pensavo ai profumi, a quello dei fiori mi chiedevo: E’ possibile tradurre un profumo in una visione di ikebana? Partire da un’ispirazione olfattiva che ci va a coinvolgere la sfera sensoriale per arrivare ad una visione emotiva? L’indagine è proseguita a Pitti Fragranze sentendo vari profumi, facendosi trascinare dalle sensazioni e conoscendo questi talentuosi artisti e.. pensare di poter fare una mostra su questo tema. Se in passato con il mio gruppo si erano realizzati ikebana ispirati a celebri quadri o che “accompagnavano” esposizioni di dipinti, questa volta invece sarà il nostro olfatto a condurci. Complici Francesco Coin e Isella Marzocchi trovare un luogo che accogliesse workshop e mostra (di una settimana) è stato facile. Il 12 marzo questo esperimento andrà in scena a Campomarzio 70 nel cuore di Roma (a due passi da Piazza di Spagna). Veloci scambi di mail con Lisa Bonfatti e i suoi colleghi e l’incontro con Diego Comi hanno fatto il resto. L’esperimento inizia fin da adesso e sarà la prima mostra organizzata interamente da Ikebana International Rome. Prossimamente, assieme, vedremo l’evolversi di questa particolarissima mostra, questo insolito abbinamento mai fatto prima, ma fin da ora voglio ringraziare i nostri Ospiti, gli ikebanisti delle varie scuole che hanno accettato questa sfida, ma soprattutto i grandi Profumieri, i Nasi che hanno accolto subito la mia proposta e la mia allieva Silvia Barucci che ha trasformato l’idea in un logo.

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: