Skip to content

Luca Ramacciotti – Sogetsu Concentus Study Group

www.sogetsu.it

Ikebana

(Aspidistra – Eryngium. Ceramica di Sebastiano Allegrini)

Realizzando questo ikebana pensavo aquanto i dettagli fossero importanti in un ikebana.  Credo che questa “regola” sia valida per tutte le scuole di ikebana, ma è fondamentale soprattutto per una scuola come la Sogetsu dove l’ikebana diviene scultura tridimensionale con un’attenzione particolare anche al luogo dove andremo a collocare il nostro lavoro. Se dietro ad esso avrà una parete bianca o colorata, un quadro od una fotografia, quale tipo di luce lo illuminerà (sole, artificiale, neon), se sarà posizionato su un mobile/tavolino di altezza normale o basso o in alto (ad esempio una scaffale di libreria). Con questo non si deve fraintendere che in ikebana si parta dai particolari o che siano il fulcro del lavoro, ma ne fanno parte in maniera imprescindibile. Se faremo una mostra un visitatore che non sa nulla di ikebana magari non noterà i particolari da noi curati, ma il suo occhio avvertirà subito se c’è un rametto fuori posto, tagliato male, o una foglia sciupata. Lo stesso avviene nel mio lavoro in teatro. Se in scena c’è un errore lo spettatore lo noterà subito, se tutto viene fatto con scrupolo e professionalità magari non si accorgerà, coscentemente, dei dettagli su cui abbiamo faticato in sala prove, ma (come nell’ikebana) gli trasmetteremo un senso di assoluta soddisfazione.

Per tale motivo quando mi chiedono se posso fare un ikebana e portarlo in dono spiego che gli ikebana si realizzano là dove verranno posizionati. Non si trasportano o spostano gli ikebana proprio per non vanificare i nostri sforzi sui sopracitati dettagli. Nella scuola Sogetsu si è soliti coprire il kenzan (il supporto che regge il materiale vegetale nel caso dei moribana) con i sassolini di fiume o di spiaggia. E vanno posizionati in maniera perfetta, sennò meglio lasciare scoperto il kenzan. Già si devono scegliere di un colore che non distragga l’occhio dal nostro lavoro (ogni elemento in un ikebana Sogetsu, contenitore compreso, deve essere in armonia con gli altri per formare un unica cosa), poi vanno posizionati da coprire completamente il kenzan senza per questo fare una massicciata pesante. Se l’occhio del solito visitatore guarderà la nostra base del lavoro, se c’è anche un solo chiodino del kenzan scoperto lo vedrà subito. Per questo motivo se spostiamo un moribana e i nostri sassolini andranno a giro per il suiban vanificheremo il lavoro svolto. Ed è bene sempre considerare questo per non fare le cose con superficialità.

Anche perché se nello spostare un ikebana (parlo sempre per esperienza della mia scuola) uno degli elementi cadrà, vi posso assicurare che non riusciremo mai (a meno che non si sia fatto un ikebana base, ma anche su quello avrei a volte dubbi) a rimetterlo nella stessa posizione.

Può anche accadere che nello spostare l’ikebana un fiore cada e si sciupi e anche questo vanificherà il nostro lavoro perché non avremo messo il primo fiore che capita, ma scelto quello esattamente adatto al nostro lavoro.

Prendiamo uno dei fiori (in apparenza) meno “complessi”: il girasole. Son tutti uguali. Ne siamo sicuri? Osserviamolo davvero (l’osservazione del materiale è FONDAMENTALE in ikebana). Un girasole avrà la corolla più aperta, un’altro più chiusa, un’altro ancora la corolla asimmetrica, uno il capo verso l’alto, un altro magari leggermente verso il basso. Non esistono mai due fiori uguali in natura e l’ikebanista lo sa.

Per tale motivo è importante non sottovalutare una composizione e spostarla come se fosse un soprammobile qualsiasi. Prima di tutto non dimostreremo rispetto verso la natura se nello spostarlo sciuperemo il materiale vegetale, poi nemmeno per chi ha eseguito il lavoro dato che negli ikebana Sogetsu c’è sempre un attento studio sui colori, le forme, le linee, il materiale usato. L’ideazione, soprattutto per una mostra, di un ikebana Sogetsu è frutto di un attento studio e questo è bene tenerlo a mente per non rovinare il lavoro svolto da chi ha eseguito l’ikebana.

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: