Skip to content

Luca Ramacciotti – Sogetsu Concentus Study Group

www.sogetsu.it

image

(Master Instructor Tetsunori Kawana)

Quando ho iniziato a studiare Sogetsu mi è venuto spontaneo guardare al di là della realtà italiana e l’ho potuto fare grazie al sito fotografico di Flickr dove ho conosciuto ikebanisti di tutto il mondo. Confrontare idee, sensazioni, vedere materiali a noi sconosciuti, credo sia molto importante per chi ha deciso di imparare guest’arte. Il passo successivo è stato Facebook e il cerchio di amicizie virtuali si è allargato.
Lo scorso dicembre mi arrivò la comunicazione di un workshop che il Master Instructor Tetsunori Kawana avrebbe tenuto in Olanda. Più fattori mi spingevano a parteciparvi. In primis Kawana Sensei aveva collaborato alla realizzazione della scena ideata da Hiroshi Teshigahara per una Turandot andata in scena a Lione (e mi pareva un buon punto di contatto), inoltre avrei potuto incontrare de visu persone conosciute o sui social network o sulle stupende pubblicazioni della Stichting Kunstboek a partire proprio da Anne-Riet Vugts direttrice del Sogetsu Branch olandese.
Partito assieme al maestro che lavora con me, e due allieve, ci siamo ritrovati nella suggestiva cornice di Etten-Leur.
In attesa della dimostrazione di Kawana Sensei è stato bellissimo ritrovarsi con amici non più virtuali e parlare con loro.

image

(da sinistra: Ben Huybrechts, Marianne de Wit, Lucio Farinelli,  Liisa Nurminen e Douglas Holtquist)

Master Instructor Tetsunori Kawana ha fatto una dimostrazione sorprendente per bravura e sensibilità.
Ha creato davanti ai nostri occhi dei mondi spiegando nel dettaglio non solo le tipologie e caratteristiche dei vari ikebana, ma ogni suo modo di procedere.

image

(Ikebana del Master Instructor Tetsunori Kawana)

È stato istruttivo capire come lui inquadrava i vari temi della scuola Sogetsu percependo il suo totale amore per guest’arte e il rispetto per la natura.

image

(Ikebana del Master Instructor Tetsunori Kawana)

Avevo già assistito ad altre dimostrazioni percependo che il maestro era lì per far sfoggio della sua bravura (e le creazioni tecnicamente perfette erano o fredde o palesemente ideate per “far colpo”)  mentre Kawana era lì per condurci per mano lungo la via dei fiori.

image

(Ikebana del Master Instructor Tetsunori Kawana)

image

(Ikebana del Master Instructor Tetsunori Kawana)

Oltre a ciò ha elargito a piene mani consigli, soluzioni, tecniche.
Al termine ha realizzato una spettacolare installazione dove con suggestivi giochi di luce ha fatto comprendere come la luce influisca sui colori, “ammorbidisca” o “indurisca” il tutto, suggerisca mutevoli stati d’animo.

image

(Installazione del Master Instructor Tetsunori Kawana)

E questa installazione era un omaggio alla primavera dedicato a tutti noi.
Qui ho riportato solo alcuni dei suoi lavori a cui le mie foto non rendono minimamente giustizia.

Ed oggi era la giornata in cui io e il mio gruppo si partecipava al workshop.

La giornata era divisa in due sessioni, una di mattina ed un’altra subito post pranzo. L’organizzazione è stata perfetta e professionale sotto ogni punto di vista. La sala del centro congressi era grande ed illuminata da un sole meraviglioso (ho visto fare anche workshop in asfittiche sale di albergo senza nemmeno una finestra). Ogni partecipante al workshop aveva in dotatzione un vaso per i due workshop (e anche qui ci sarebbe da dirne su workshop dove ogni persona aveva contenitori spaiati e dalle forme più improbabili persino a paperella…) e un determinato numero di materiali dai molteplici colori.

Sembrava quasi di essere a masterchef, abbiamo scelto gli ingredienti ed avevamo a disposizione 40 minuti per creare. Son sincero l’emozione era molta e per molteplici motivi. Ero assieme a bravissimi ikebanisti, volevo mettere a frutto la possibilità che avevo e pensavo alla mia maestra Valeria Raso Matsumoto che vorrei sempre rendere fiera di me.

Il primo ikebana era sul tema: “Solo fiori”. Dovevamo usare i fiori esaltandone l’essenza, il colore, la forma. Al termine Kawana Sensei è passato da ogni tavolo per correzioni, suggerimenti o stravolgere completamente il lavoro fatto. A me ha dato un suggerimento (inutile dirlo ha migliorato il tutto) di cui farò tesoro e visto che quello era l’unico “errore” sono stato soddisfatto del mio operato.

Ikebana workshop

E’ stato molto istruttivo seguire le correzioni di tutti gli ikebana anche perché son stati trattati temi su cui spesso c’è fraintendimento. La Scuola Sogetsu incoraggia l’inventiva, lo stile libero, l’uso di materiale non convenzionale, ma si deve capire il limite che esiste tra ikebana e arrangiamento floreale. E spesso ciò viene frainteso. L’ikebana dice Kawana sensei è sentimento, emozione. Se creiamo qualcosa di particolare, di inusuale deve essere che nasce dal nostro cuore, non dalla voglia di stupire, perché allora non sarà ikebana, ma design.

Al termine ci siamo spostati nella sala da pranzo dove su ogni tavolo (come nel bar e nell’ingresso del centro congressi) c’era un ikebana.

IMG_8291

Il pomeriggio il tema era uno stile denominato Maze Zashi caratterizzato dall’utilizzo di più di cinque materiali e da un particolare studio sul colore.

Di nuovo ci siamo recati a prendere il materiale e dopo abbiamo iniziato a creare i nostri ikebana.

La musica leggerissima di sottofondo, il costante rumore delle hasami creavano un’atmosfera particolare facendo sì che le tensioni per ciò che dovevamo fare scivolassero via, ci si sentiva a casa, tra persone conosciute come se fossero vecchi amici o familiari.

E la musica di sottofondo era in assoluto una delle mie preferite… sembrava tutto “cospirasse” a farmi stare bene.

Al termine il solito giro istruttivo di correzioni e devo dire con soddisfazione che Kawana Sensei era piuttosto soddisfatto del mio lavoro. Ha apprezzato le linee delle calle da me impostate, il gioco di colore  e il vuoto creato all’imboccatura del vaso.

workshop

L’unico “lato negativo” della giornata è stato il dover salutare tutti di corsa causa orario dell’aereo, ma è di sicuro solo un arrivederci agli amici Olandesi e Belgi che hanno realizzato questo evento meraviglioso, a tutti quelli che vi hanno partecipato (arrivando da ogni parte del mondo) e al Master instructor Tetsunori Kawana.

E dato che a caldo volevo scrivere queste mie emozioni, ora che termino sono le due di notte del giorno dedicato alla Terra. Che la natura sia sempre fonte di ispirazione per tutti noi!

Participants at Work Day 2 - Ben Huybrechts

( © Ben Huybrechts)

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: