Skip to content

Luca Ramacciotti – Sogetsu Concentus Study Group

www.sogetsu.it

(Oncidium)

Il monaco zen Yamada Mumon ha scritto: “Penso che al mondo non esista un’arte che sia pura espressione del momento presente al pari dell’Ikebana. Tutte le altri arti lasciano qualche forma o traccia: il poeta una poesia, lo scultore una statua, il pittore un quadro, il compositore la sua musica.  Espressioni artistiche che permangono nel tempo a testimonianza che l’arte è eterna. L’Ikebana, invece, non lascia nulla dietro di sé.  La vita dei fiori è breve e anche la composizione più splendida esprime soltanto l’esperienza di un momento. Valorizzare pienamente la fugace bellezza dei fiori, questa è l’arte dell’Ikebana, l’arte di scoprire il massimo del loro splendore che non durerà fino a domani. Io ritengo che arte più pura e severa non esista. Anche la nostra vita dovrebbe essere proprio così, tagliare ciò che ci lega al passato che più non esiste, come al futuro che ancora non è. Vivere il presente in pienezza con tutto il nostro Essere.” (Testo tratto dal libro “ IKEBANA arte zen” di Keiko Ando Mei)

L’ikebana è l’arte che maggiormente esplica il sentimento, di derivazione buddista,  di mujō  (mu = nulla e jō = sempre) ovvero l’impermanenza.

Non si deve ricordare i dolori del passato, o rimpiangere cose che avremmo potuto fare e nemmeno indugiare in pensieri angosciosi riguardo al futuro, ma vivere ed apprezzare pienamente quel che abbiamo in questo momento che stiamo vivendo. Come il fiore, la foglia, il ramo, persino il filo d’erba che abbiamo utilizzato risplendono nel nostro ikebana nell’istante che lo eseguiamo e di cui, a differenza di un quadro, di una scultura, non resterà traccia futura.

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: