Skip to content

Luca Ramacciotti – Sogetsu Concentus Study Group

www.sogetsu.it

(Cymbidium, Bambù)

Alcune volte mi sembra che il mio cammino inerente l’ikebana sia costellato da segnali che mi incitano a proseguirlo.

Stavo cercando ispirazione per fare le sette composizioni che la mia insegnante aveva richiesto per la mia cerimonia di diploma. Un collega di lavoro del maestro di ikebana che lavora con me (Lucio Farinelli) gli dice di un negozio a Grottaferrata dove ha visto delle composizioni particolari anche se fatte con fiori finti. Ci rechiamo là. Il negozo si chiama Ba-Ba. Negozio è riduttivo. Ha un bar con salottino. Vasi in vetro,  in legno e in ferro di varie dimensioni, forme e colori tutti improntati ad uno splendido design. Vedo tre sfere e me ne innamoro. Le compero, non so come le userò. Ma quando vedo una cosa che potrei utilizzare in ikebana e che, ovviamente,  mi piace la compero. Poi penso in un secondo momento al suo utilizzo.

Parlando con un amico di famiglia viene fuori che conosce un marmista a Pietrasanta che fa cose incredibili richieste in tutto il mondo  ed andiamo assieme a vedere il suo laboratorio. Un incanto di maestria, artigiani che compiono opere d’arte straordinarie. Il maestro Pesetti mi chiede informazioni sull’ikebana e sottolinea che lui usa materiale pesante, io morbido. Lì scatta l’idea e gli chiedo alcuni scarti di pietre usate. Anche qui non so bene come inserirle, ma so che le userò prima o poi.

Si avvicina il giorno della dimostrazione ed io devo decidere ancora buona parte delle mie composizioni. La cerimonia si svolgerà al Centro Congressi Principe di Piemonte in riva allo stupendo mare di Viareggio. Pensando al mare mi viene in mente di utilizzare della sabbia, ma non vorrei ricorrere proprio a quella del mare essendo molto volatile. Una mia amica che ha un negozio a Viareggio scrigno di mille cose fantastiche (I mondi di Silvia) mi dona della sabbia che si usa per i giardini zen.

Ho in mente varie composizioni, ma nulla di chiaro ancora.

Ad un amico che fa meravigliose cose con il legno (Andrea Barsottelli) chiedo se mi fa una tavoletta di legno nera semplice che vorrei usarla come base per una composizione. Lui in realtà mi porta un manufatto di una bellezza stupenda e capisco che non può essere una semplice base.

E piano piano prende forma in me un’idea. Ho avuto vari imput, amici che mi hanno suggerito, indicato, aiutato. Decido di metterli tutti assieme perché voglio che la composizione finale della cerimonia di diploma sia dedicata a loro e in senso lato a tutti i miei amici. Così nasce la composizione di cui vedete la foto oggi.

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: